Dhafer Youssef inaugura il FestivalDromos a Mogoro

Dhafer Youssef, cantante tunisino, ha inaugurato, il 30 Luglio, il Feltivaldromos, a Mogoro, presso Piazza Martiri della Libertà, in occasione della 56esima Fiera dell'Artigianato Artistico

30 luglio 2017 ore 22:00
Mogoro » Piazza Martiri della Libertà
Michele Vacca
Reporter Gold
56 Eventi pubblicati 81 Notizie pubblicate
Dhafer Youssef, cantante tunisino, con il suo Odd, accompagnato dai suoi musicisti Aaron Parks al pianoforte, Matt Brewer al contrabbasson e Ferenc Nemeth alla batteria, ha inaugurato, il 30 Luglio, il Feltivaldromos, a Mogoro, presso Piazza Martiri della Libertà, in occasione della 56esima Fiera dell'Artigianato artistico della Sardegna.

Il presentatore Alessandro Melis ricorda che la fiera chiuderà il 3 Settembre 2017, ma presentando il biglietto del concerto, l'ingresso sarà gratuito fino al 4 Agosto con orari dalle 10:00 alle 21:00.

Dhafer Youssef, ha vissuto e lavorato in diversi paesi europei fin dal 1990. ha avuto la possibilità di esibirsi in Austria, Francia, Germania, Svizzera, Regno Unito e Italia, dove ha suonato con personaggi del calibro di Markus Stockhausen e Paolo Fresu, nonché nella natia Tunisia, dove cominciò a cantare all'età di 5 anni. Le radici della musica di Dhafer affondano nella tradizione Sufi, tuttavia egli è sempre stato aperto verso le altre culture e al jazz in particolare divenendo una delle espressioni più importanti sulla scena musicale con l’uso dell’oud, il liuto arabo, dal quale riesce a trarre composizioni complesse improntate alla tradizione della sua terra, alla potenza ritmica e alla forza dell’improvvisazione contaminata da influenze multiculturali e jazzistiche.

Le radici della musica di Dhafer Youssef affondano nella tradizione Sufi e nella musica mistica, tuttavia egli è sempre stato aperto alla musica di altre culture e al jazz. Dhafer Yussef costituisce una delle espressioni più importanti sulla scena musicale attraverso il suono dell'oud, il liuto arabo dal quale riesce a trarre composizioni complesse improntate alla tradizione araba. Il suo primo album Malak incorpora il lirismo arabo, la potenza ritmica, la forza della visione e l'improvvisazione contaminata da influenze multiculturale e jazzistiche; in questo modo Dhafer Youssef ha aperto la strada ad una nuova modalità di apprezzare le contaminazioni Oriente-Occidente.

DOVE

Mogoro » Piazza Martiri della Libertà

SP44, 76